Guida agli sgravi fiscali sulle donazioni

Con la conversione in legge (L. 80/2005) dell'art. 14 del decreto 35/2005 "l'Italia si avvicina ai Paesi occidentali più evoluti, premiando chi offre il suo denaro alle Onlus attraverso una maggiore defiscalizzazione delle donazioni stesse"

Così la senatrice Susanna Agnelli dalle colonne de Il Sole 24 Ore

Duplice meccanismo. Il donatore non paga più le imposte sulle somme donate, quindi ha maggiore disponibilità economica; le donazioni, d'altro canto, aumentano le risorse delle organizzazioni non profit, che avranno conseguentemente meno bisogno del sostegno pubblico.

Gli attori della donazione. Possono ottenere lo sconto fiscale le persone fisiche soggette all'Irpef e gli enti soggetti all'Ires. Tra i possibili destinatari delle offerte vi sono le Onlus, acronimo che sta per Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale.

Limiti. La legge prevede un doppio limite: "le donazioni sono deducibili dal reddito complessivo del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui". Vale ovviamente il minore tra i due valori.

Modalità. L'offerta deducibile può essere in denaro o in natura. La deducibilità della donazione di beni, per i privati, è una assoluta novità. Tra l'altro questo richiede che si attribuisca un valore ai beni donati e la Circolare stabilisce le modalità con cui effettuare la valutazione.
In caso di donazione in denaro, l'Agenzia delle Entrate prevede che, in analogia a quanto accade per la generalità delle erogazioni liberali a favore di Onlus, la transazione debba avvenire tramite banca, ufficio postale, carte di credito, di debito o prepagate, assegni bancari e circolari. In pratica viene esclusa la possibilità di effettuare una donazione in contanti.
Oltre ad una serie di adempimenti contabili obbligatori, l'associazione che riceve la donazione rilascia una ricevuta attestante la donazione e con l'indicazione degli estremi della norma di riferimento per agevolare il donante in occasione della dichiarazione dei redditi.

AIUTACI A SOSTENERE I NOSTRI PROGETTI DI LAVORO E SOLIDARIETA' !!


GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL 5 x 1000

La Ragnatela con il ricavato della raccolta avvierà il seguente progetto :
Il 5x1000 nasce per mettere in contatto le persone con le "Buone Cause" delle Organizzazioni iscritte all'apposito Albo.
La Legge Finanziaria 2006 prevede la possibilità di destinare il cinque per mille delle proprie imposte alle organizzazioni iscritte all'Albo dell'Agenzia delle Entrate.
Nasce nel 2006 a titolo sperimentale, la normativa del 5x1000 che dà la possibilità al contribuente di destinare una quota pari a 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a enti non profit che rientrino nelle seguenti categorie:
a) sostegno del volontariato, delle onlus, delle associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute;
b) finanziamento della ricerca scientifica e delle università
c) finanziamento della ricerca sanitaria
Sostenere la nostra organizzazione con il 5 per mille, è molto semplice. Basta firmare nell'apposito riquadro:
• nella Pagina 3 del CUD
• nella Pagina 3 del modello 730-1
• nella Pagina 2 del Modello Unico Persone Fisiche e riportare nell'apposito spazio il codice fiscale della nostra organizzazione.

IMPORTANTE, TUTTO CIÒ NON COMPORTERÀ UNA SPESA MAGGIORE AL CONTRIBUENTE E NON SOSTITUISCE L’8X1000

MI RACCOMANDO PASSAPAROLA !!

solidarietà

Iniziative Sociali

Oltre ad un momento di svago irrinunciabile per i nostri ragazzi, le iniziative sociali sono per noi un ottimo punto di incontro con il territorio nel quale la Cooperativa è situata ed opera, per questo "la Ragnatela" cerca di esere sempre presente e visibile con eventi quali ad esempio:

  • La Lotteria di San Vito che di anno in anno organizziamo in occasione della fiera in onore del patrono della città di Recanati.
  • La Festa di Carnevale, un trionfo di animazione, balli di gruppo, musica e giocolieri.
  • Le Rassegne Teatrali organizzate con la collaborazione ed il sostegno economico di compagnie del territorio, un modo per dare lustro e risalto ai nostri artisti, permettere ai nostri ragazzi un momento di svago e socializzazione diverso dall'usuale e creare un ponte ed un occasione in cui cittadinanza e "disabilità" possano incontrarsi e conoscersi

Sotto-categorie